Cronaca di una sera tra rock e pura follia…

Ehi, cosa ne dici di condividere:


Il fascinoso Elio

Donne.. non strappatevi i capelli, visto così potrebbe sembrare una bomba sexy…

Le foto del concerto si possono vedere nella sezione: Foto


Elio un po'… lurido

Visto così un po' meno… ragazzi, elio è un uomo terribile, ha delle sopracciglia immense. Io ero una povera illusa, pensavo che lo facessero apparire un po' peggio di quel che realmente fosse…. ebbene mi sbagliavo.

Sab. 25 sett. 2004 –  h. 23:15 – Nautilus,
CONCERTO DI ELIO E LE STORIE TESE

Non voglio annoiarvi entrando nella parte tecnica del concerto, tipo della musica o della scaletta (che per altro non ricordo benissimo)… Vorrei usare soltanto due parole per spiegarvi: ESTREMA FIGATA!

Giusto il tempo di un caffè veloce all'acli poi si parte, un po' in anticipo.. ma è giusto così.. bisogna gusarsi la nostra serata rock dall inizio alla fine.
Peccato che il mio smisurato senso della guida ci fa arrivare al Nautilus troppo, troppo presto, ma davvero troppo! Va bene si farà un tour per Cardano… Non facciamo nemmeno 500 metri che Edo inizia ad urlare per questo, urlare per quello, canta, urla, urla e canta… il povero Carlo si domanda perchè non si è fatto lasciare sullo stradone.. e Matteo sta zitto come al solito!
E va bene… andiamo al Nautilus (non erano nemmeno le dieci meno un quarto)

Ci hanno fatto aspettare un bel po', lì, sottopalco con dei pazzi di fianco (Carlo ha fatto colpo su unO di loro, e ripeto unO).
Finalmente la musica si interrompe… ed appare sul palco UN PIRLA. DICO UN PIRLA… Capelli da angioletto biondi lisci a caschetto, tunica nera di raso… un PIRLA… canta la sua orrenda canzone, ballando come in presa ad una crisi mistica, la tortura dura poco, grazie a dio. Arrivano gli ELIO E LE STORIE TESE, la cosa che mi ha lasciato perplessa sin dall'inizio è stata la bruttezza di elio… vestito alla cazzo, con delle scarpe tarocche…  UN MITO!!!
“Jimmy il pedofilo uscì di casa ma quel mattino faceva brutto, nuvole basse uno di quei giorni nei quali credi di aver visto tutto”…

Di fianco a noi il gruppo dei “FANATICI” [li detesto i Fanatici, pensano di essere i secondi protagonisti del concerto, si lanciano, spingono, sudano, parlano con il cantante pensando di poter avere qualche chance di risposta…]…
Eccoci a fianco dei fanatici, cantavano qualsiasi parola di tutte le canzoni, ci davano delle dritte tipo “adesso c'è da ballare eh!”, “è la terza volta che andiamo a vedere elio in 2 mesi”.
MA CHISSENEFREGA, CHI TI HA CHIESTO QUALCOSA!

Sul fondo del palco Mangoni, in camicetta argentata stile-pelle-di-pesce, che è ancora più pirla di elio… insomma non è un concerto, è uno show… poche parole, giusto qualche battuta, ma spacca non poco, ci ha proposto un repertorio che va soprattutto indietro nel tempo, da ocio ocio, a tapparella, da fossi figo a cara ti amo… unica pecca… non viene esaudito il desiderio del pubblico di suonare Alfieri, che anche alla sottoscritta non sarebbe dispiaciuta!

Ore 1:25 finisce il tutto, e con quella amarezza che accompagna la fine di ogni bella cosa iniziamo a commentare… ci è piaciuto, davvero tanto…

E' stato grande… elio è un grande… grande CANTANTE, grande MUSICISTA e un grandissimo COGLIONE!

Vorrei solo scusarmi per l'enorme sfoggio di parolacce nel mio pezzo, ma si sa… il rock è fatto soprattutto di parolacce e gestacci…
In fondo non siamo tuti VITTIME DEL ROCK!?!?


Mangoni… vittima del Rock

UN GROSSISSIMO ***** DALLA PIU' ACIDA DI TUTTE!

Ehi, cosa ne dici di condividere:
Medea
Medea
Descriviti... e cambia la tua password!

Autore: Medea

Descriviti... e cambia la tua password!

5 pensieri riguardo “Cronaca di una sera tra rock e pura follia…”

  1. Che posso risponderti?

    Noi siamo i giovani con i blue jeans
    noi siamo i giovani si si si si
    noi balliamo il rock’n’roll noi balliamo il twist
    e non vogliamo andare in guerra

    Mitica 🙂

    Nick

  2. Noi siamo i giovani
    con i blue jeans
    tutti belli stretti
    pero’ larghi in fondo
    cosi’ possiamo shburrare
    e ci viene l’orchite
    e non possiamo far l’amore !!!

    GRANDI GRANDI GRANDI!!!!!!!!!!
    Beati voi ragazzi… chissà che spettacolo…

  3. ragazzi, vi assicuro che è stato davvero bello!

    e lunedì uscirà il mio “scritto” sempre sul concerto!

    cmq ci siamo divertiti un casino… poi con un’attaccabrighe come Medea (lei subito a lamentarsi con uno lì in prima fila ed io a darle man forte…)

    eh eh!!!

  4. Che il concerto sia stato una figata credo che l’abbiate capito tutti, infatti lo scopo del mio commento è un’altro, ossia fare due piccole ma importanti precisazioni:

    1°- il sig. PIRLA che ha aperto il concerto non è un pirla ma un GRANDE, un FENOMENO! Se non mi sbaglio si chiama Alex Magnini, e se ELIO ha scelto lui per aprire il concerto un motivo ci sarà, oltre al fatto che sono entrambi due SIMPATICI GRAN COGLIONI!

    2°- non mi ritengo un esperto in fatto di musica, ma posso afferamre con assoluta certezza che la band di elio è composta da musicisti di altissimo livello che suonano davvero bene. Quindi è giusto fare i complimenti a Faso (basso), Cesareo (chitarra elettrica), Christian Mayer (batteria) e Rocco Tanica (tastiere) insieme a “Uomo”, che se non ho capito male è un nuovo membro del gruppo che aiuta Tanica nella parte tecnologica,il vero nome non lo so.

    Non resisto alla tentazione di ribadirlo…. IL CONCERTO DI ELIO E LE STORIE TESE E’ STATO UNA FIGATA IMMENSA!!!!!!!!

Rispondi