Giovaninrock 2004

Ehi, cosa ne dici di condividere:

Venerdì 24 Settembre…

Una data che, personalmente, ricorderò per sempre. Il primo concerto Rock dopo tanti anni spesi a cercare di mettere in piedi una band degna di questo nome…

Cinque ragazzi, cinque amici insieme sopra al palco. Lo stomaco che brucia e che, diciamolo, un po' ti fa venir voglia di vomitare.
Una leggera brezza ci fa sentire che non stiamo sognando, ma che siamo lì sul serio…

Saliamo le scale che portano al palco. Manca il Charleston, e dovete usare i vostri jack: no problem, charleston prestato e jack recuperati. Ma il vero panico è suonare davanti a (poche) persone. Ce la possiamo fare. E ce la faremo!


Alcune parole per presentarsi, dire chi siamo e la nostra Giovaninrock comincia. Il primo pezzo scorre via veloce, come una pioggia di note e accordi, e la tensione scende. Ogni pezzo guardiamo sotto, per vedere se c'è qualcuno che conosciamo. Naturalmente sì, anche i nostri genitori sono lì. Cerchiamo di far partecipare il pubblico, ma non ce n'è bisogno: chi balla, chi canta e chi fa finta di suonare.
La canzone dei Queen, “Crazy little thing called love“. Si inizia a battere le mani, e tutti dietro di noi… Tutti sotto, ridono, sono felici. Ed il mio cuore diventa un fiore, che esplode sbocciando di gioia.

Il primo concerto.
E non l'ultimo…

Ehi, cosa ne dici di condividere:
attila
attila
Descriviti... e cambia la tua password!

Autore: attila

Descriviti... e cambia la tua password!

14 pensieri riguardo “Giovaninrock 2004”

  1. Buongionno Spapparo,
    Non ci conosciamo personalmente, quale strumento suoni?
    Anch’io ho suonato davanti a un pubblico, non propriamente Rock ma… fa lo stesso 🙂 Non ricordo pero’ la mia prima esperienza poiche’ ero troppo piccolo. Rimangono solo poche immagini.

    Buon proseguimento di carriera.
    Nick

  2. ahi! ora che gli hai chiesto che strumento suona siamo a posto… non finisce più l’elenco! ;P

    cmq avete l’onore (e l’odore, belo maialo) di vedere finalmente una foto di Attila…

    facciamo così: provate ad indovinare quale può essere tra quelli della foto… e vediamo se qualcuno lo becca!

    e poi cmq avrete l’opportunità di sentirlo suonare nell’imminente Radio del sito… (domani registiamo finalmente!)

  3. Sbagliato di brutto…
    Volete che ve lo dico o vi lascio sulle spine?
    Elenco degli strumenti che so suonare:
    1)Clarinetto;
    2)Sassofono;
    3)Armonica;
    4)…

    Indovinate chi sono nella foto…

  4. La quest la vince silvietta…
    Sono il chitarrista, niente di speciale si intende…
    Ma un domani, potrete dire che mi conoscete! E il mio autografo varrà oro…

    Basta con le minchiate però… 🙁

    A presto!
    Grazie dei Commenti!!!

  5. Come si chiama il gruppo?? hai detto di essere degno del nome ma non ho capito qual’è!

    Complimenti! In bocca al lupo. onore ai musicisti!!!

  6. Credo che mettere su una band sia il sogno di molti, tra cui anche il mio… ma la mia carriera da chitarrista si è fermata dopo poche lezioni, e con lei anche il sogno del gruppo. sigh!
    Per questo ti faccio i miei migliori complimenti e un grande in bocca al lupo per il futuro.
    Cmq la mia chitarra non l’ho buttatta, è ancora dove l’ho lascita, non si sa mai, magari… in futuro… vedremo!

    prafo spapparo!

    ps: ho ascoltato la registrazione del loro concerto e non mi sono per niente dispiaciuti, anzi li ho trovati piuttosto bravini.

  7. eh già, un gruppo… ti ricordi Dandy? Ti ricordi chi sarebbe stato il canatante di quel fantastico manipolo di deficenti? Sì che te lo ricordi… eh, peccato…

    I NEXUS 6 mi sono piaciuti: ho ascoltato anche io le canzoni del concerto e una canzone scritta, suonata e cantata da Attila (già che c’era faceva anche il video ed aveva fatto tutto…) ed erano davvero belle.

    Poi Attila ci ha smanettato un po’ su (…) e le ha ripulite un po’, filtrate e sistemate: meglio ancora!

    Vi anticipo un’idea, o meglio un progetto, che tra un po’, non so quanto, prenderà sicuramente forma: IL SITO DEL SIMPATICO COMPLESSINO DI CUI SOPRA, OVVERO I SIDDETTI “NEXUS 6”. Con biografia (all’inizio un po’ cortina), MP3, foto…

    Chi si ne occuperà? Secondo voi? Ma io, naturalmente.

    Sarà un sottosito di edoluz.it… ma vi ho già detto troppo! Tutto a suo tempo!

  8. Mi ero dimenticato del brano autoprodotto da attila! Com’è stato possibile?! Anche perchè mi era piaciuto, dopo averlo ascoltato ho passato un’ora a canticchiarlo…. quand’è che lo farai ascoltare a tutto il mondo?

    cmq caro il mio excantante di una band mai nata, nonchè uebmaster di codesto sito che mi offre la possibilità di scrivere questa cagata, è TROPPO COMODO fare il cantante, prova tu ad imparare a suonare uno strumento!
    E bada a come parli, stai attento altrimenti ti caccio e per il posto di ex cantante di una band mai nata prendo il grande pupo!

  9. Ciao belli!
    Sapete, c’ero anch’io! La musica si sentiva benissimo (a parte i casini al mixer)! La presenza scenica era garantita dal nostro Attila, la simpatia dal cantante (un uomo dalla saggezza popolare estrema) e la sagacia dal pianolista (un uomo importante)!
    Comunque posso dire che sul palco si sentiva anche meglio…
    Soprattutto dietro una batteria!!

Rispondi