Volare, volare

Ehi, cosa ne dici di condividere:

Siamo partiti esattamente 24 ore fa e, come al solito, tutto comicia e finisce dalle scale. Fai quelle di casa per scendere e ti ritrovi a salire quelle di una camera in albergo…. a migliaia di kilometri di distanza.

Siamo già al giro di orologio, la giornata è letteralmente volata. Non abbiamo tolto il culo da un aereo per tutto il santo venerdì 20 aprile. Milano-New york in business class, facendo finta di essere ricchi, mangiando filetto di vitello argentino e bevendo vino chileno molto simile al merlot. Abbiamo aspettato più di due ore nella grande mela e siamo risaliti a bordo per altre 6 ore di viaggio. Questa volta in economy, categoria che più si addice al nostro genere di persona. Ora abbiamo le chiappe su un letto della 7th, precisamente al Britton Hotel. San Francisco, eccoci. Comincia il nostro breve scorcio californiano. Ho con me Fante, lo riporto alle origini con grande orgoglio. Ora è tempo di uscire, il jet leg può aspettare… Tiriamo fino all’esaurimento delle energie e domani si vedrà.

Enjoy everybody.

Ehi, cosa ne dici di condividere:
lapo
lapo

3 pensieri riguardo “Volare, volare”

  1. che dire…

    sono contento di essere io il primo a commentare!

    con questi “diari” mi sembra di essere un po’ lì con voi ragazzi!
    l’invidia è molta, DAMN, ma mi raccomando! diffondete il “verbo”: CIULARE!

    non vedo l’ora di vedere le foto del paesaggio, della gente, delle case e della vostra auto!!!

Rispondi