Un dialogo qualunque

Ehi, cosa ne dici di condividere:

Ho ripreso in mano qualcosa che avevo già scritto.
Mi è capitato di imbattermi diverse volte in una discussione simile.

Nessun riferimento in particolare, anche perché come ho scritto nel titolo penso che si tratti davvero di una discussione piuttosto “comune”.
Se notate, non c’è il minimo accenno al sesso dei due personaggi. Oltretutto perché avevo in mente una conclusione diversa da quella che vedete qui.

E’ probabilmente la prima volta che scrivo un dialogo. Avevo proprio voglia di cambiare registro, nella speranza che fosse ritmato e ben leggibile.
Buona lettura!

«Baciami. »

«Non posso. »

«Non puoi? »

«No… lo sai… scusami…»

«Non “puoi” o non “vuoi”? »

«Non posso… non voglio… ma quante volte dobbiamo tornare su questo discorso? »

«Quante volte sarà necessario. Non pensare che mi faccia piacere elemosinare un tuo bacio. Credi che sia facile? Pensi che sia piacevole? Ogni tanto… »

«Cosa? »

«… no niente… non è nulla… »

«No, dai! Finisci la frase…»

«Non è nulla. Davvero. »

«Vedi? Finisce sempre così: non riusciamo a chiudere un discorso senza litigare. Lo hai notato? »

«Perché tu non mi dai scelta. Finiamo sempre col litigare perché non mi dai un’alternativa. Perché tiri e molli allo stesso tempo. Perché non riesco a capire cosa davvero tu voglia da me. E non riesco a capire come tu mi possa volere, come tu mi possa cercare, ma poi riesca sempre a tenerci così lontani seppur vicini. Sta diventando davvero difficile per me, lo sai? »

«Lo so. »

«E quindi? »

«E quindi cosa? Non puoi continuamente cercare una risposta. Non ti è mai capitato di non avere una risposta da dare? Semplicemente è così. Semplicemente una cosa ti va o non ti va. Semplicemente una cosa ti sembra giusta o non giusta. Ed ora io non so cosa lo sia. »

«Mi stai dicendo che non sai se sia giusto o non giusto tra di noi? »

«Sto dicendo che non lo so. Dico che mi piaci, ma che “qualcosa” non va come dovrebbe. E tu non fai nulla per migliorare la situazione. Anzi!
Forse non è semplicemente il momento giusto. E la tua insistenza non mi aiuta di certo. »

«Hai ragione. Me ne rendo conto.
Davvero, sai? Ma… purtroppo, nonostante ne sia consapevole, mi è quasi impossibile non essere quello che sono.
Credimi, vorrei non fosse così. »

«Posso capire, anche se non è semplice. »

«Tu cosa dici? Secondo te è meglio essere “la persona giusta al momento sbagliato” o “la persona sbagliata al momento giusto”? »

«Ahah! Ma che cazzo di domanda è? Sembri Marzullo! »

«No dai! Sul serio! E’ da un po’ che ci penso… e se ci rifletti ha un senso, no?! Voglio dire: partendo dal presupposto che in entrambi casi si vada verso un “nulla di fatto” – perché è evidente che così una cosa non possa  funzionare  – per te sarebbe meglio approfittare del momento, anche se la persona è sbagliata, oppure lasciar perdere… anche se la persona è quella giusta… ma il momento non lo è? »

«Frecciatina… questa tua “ipotetica” situazione è molto simile alla nostra… Ti pare che io ti possa rispondere? »

«Eh eh… Mi piacerebbe tu lo facessi. »

«Non vuoi proprio capire quindi. »

«Vorrei. Ma non riesco. »

«Già, non riesci proprio. »

«Non ce la faccio. »

«Mi dispiace… non volermi male. Vorrei che fossi la persona giusta al momento giusto. Tutto qui. Ma non ora.
Scusa, davvero. »

«No… scusa tu…»

«Cosa vuoi dire? »

«Dove vai? Dai vieni qui, non essere infantile…»

«Sai…? Forse, se ci pensi bene, il nostro non è nessuno dei due casi. »

«Che intendi? »

«Che forse né io né tu siamo le persone giuste. Il momento sì, è sbagliato… ma credo lo siamo anche noi…»

«Prova a pensarci…»

«Umph…»

«Già…»

«Beh… eh eh che gelo!
Che dici, si è fatto un po’ tardi no?
Meglio che vada forse… »

«No! »

«Dai ci sentiamo presto, ok? Ti mando un messaggio o ti chiamo…»

«Ci sentiamo?! »

«Certo che sì. »

«Certo…»

«Certo…»

«Beh, ciao! Dammi un bacio! »

«Se ne danno 3… 2 portano male… »

Ehi, cosa ne dici di condividere:
edoluz
edoluz
Edoluz aka Edo aka Edoardo Resta

Autore: edoluz

Edoluz aka Edo aka Edoardo Resta

4 pensieri riguardo “Un dialogo qualunque”

  1. eheh…si hai ragione di discorsi così se ne fanno tanti! hai fatto bene a non specificare il sesso di chi parla…
    credo che la conclusione sia proprio che forse nessuno dei due è giusto in quel momento. e che l’altro voglia ma non voglia. e se non vuole, non è il momento giusto.

  2. Non male…secco, sincero, reale.
    Se non sapessi nulla lo direi tratto da un Fabio Volo…..no??
    D’accordissimo sulla cena….magari in vespa:))
    a presto!
    paolo gatti

Rispondi